ostia-4

A OSTIA C’È STATO UN TEMPO IN CUI QUALCUNO DENUNCIAVA E ALTRI ANDAVANO A BRACCETTO CON CERTE FAMIGLIE

Ci torno su anche oggi e ci dovremo tornare sopra tutti i giorni, fino a quando non accadrà qualcosa di davvero significativo e le immagini che abbiamo visto ieri saranno davvero un lontano ricordo. C’è stato un tempo in cui qualcuno ha denunciato le persone che ieri avete visto su tutti gli schermi prendere a testate un giornalista che si era solo permesso di fare delle domande. C’è stato un tempo in cui qualcuno ha denunciato gli affari loschi di famiglie che nessuno aveva il coraggio di chiamare per nome. C’è stato un tempo in cui giornalisti hanno denunciato e sono finiti sotto scorta. C’è stato un tempo in cui un Partito, il PD, si è accorto che nel territorio del X municipio accadevano cose poco nobili e ha cominciato a parlarne apertamente, prendendo anche insulti, dentro e fuori il partito stesso. C’è stato un tempo in cui un’amministrazione di sinistra ha inviato un magistrato assessore ad occuparsi di Ostia e di tutto il X municipio. C’è stato un tempo in cui lo staff di questo assessore alla legalità riceveva ingiurie e minacce, financhè mozziconi di sigaretta in testa lanciati dalle finestre quando camminavano per le strade del municipio. C’è stato un tempo in cui qualcuno ha avuto il coraggio di denunciare e prendere le distanze da finte associazioni antimafia. C’è stato un tempo in cui i Giovani Democratici hanno cominciato una battaglia a viso aperto, organizzando anche presidi di legalità in Piazza Gasparri, nei confronti di chi prima su fb e poi sul territorio li voleva fare fuori.
C’è stato un tempo. Ora è il momento di ricordarlo, rivendicarlo e continuare su quella strada, come ha fatto il PD alle elezioni del 5 novembre. Diffidando di chi in questo momento fa a gara per starne alla larga quando fino a poco tempo fa con quelle famiglie ci andava a braccetto (basta cercare su google). Quelle immagini che ieri avete visto tutti non sono un caso isolato.
La riscossa civica di un territorio passa anche da questo. Nessuno si deve sentire escluso. Ieri lo avete visto tutti.