Sport

Tutti gli organismi internazionali riconoscono alla persona il diritto di praticare sport.  A Roma tale diritto è spesso negato. L’azione del Comune si concentra troppo spesso solamente sui grandi eventi o idee estemporanee che poi alla prova dei fatti si rivelano per quello che sono: irrealizzabili (Olimpiadi, Formula 1, impianto sciistico a Ostia). Eppure, nonostante questa situazione, per fortuna esiste un universo di associazioni che garantiscono la possibilità a migliaia di giovani di svolgere attività sportive a prezzi abbordabili. Questo universo fatto di realtà che si impegnano quotidianamente è spesso dimenticato, con l’effetto di rendere l’attività sportiva un privilegio per pochi. Questo mondo va rispettato e valorizzato per la insostituibile funzione che svolge per i romani.

– Tavolo di confronto tra le associazioni sportive della città

Va istituito subito un tavolo permanente di confronto tra Roma Capitale, gli enti di promozione sportiva e le associazioni che possa programmare gli interventi da svolgere sulla città e per favorire la diffusione dell’attività sportiva.  Un’altra priorità che non può più essere ignorata riguarda la sicurezza degli impianti, che è un prerequisito fondamentale per poter svolgere l’attività sportiva. A questo compito, per ovvie ragioni, deve essere il Comune a farsene carico.

– Assegnazione degli impianti

Delicata, e proprio per questo non trascurabile, è la questione della trasparenza nell’assegnazione da parte dei Municipi degli impianti sportivi. Mi impegnerò affinché tali procedimenti avvengano secondo criteri di massima trasparenza. Troppo spesso infatti in questo ambito si annidano interessi clientelari a svantaggio della collettività.

– Assessorato allo Sport

Per quanto detto proporrò per l’istituzione di un Assessorato allo sport nella Giunta di Roma Capitale perché questo settore merita la massima attenzione da parte delle istituzioni locali.

– See more at: http://www.giuliatempesta.it/programma_sport.php#sthash.tQshRWBX.dpuf