Diritti, Tempesta: “Impossibile ignorare il cambiamento culturale del nostro Paese”

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

“Con il massimo rispetto per un Ministro della Repubblica, non condivido a livello culturale le esternazioni di Alfano circa l’annullamento della trascrizione dei matrimoni di persona dello stesso sesso che si sono svolti all’estero”.

Lo dichiara in una nota Giulia Tempesta, Vice Capogruppo del Partito Democratico di roma Capitale.

“Il Senato, come ha ribadito lo stesso Presidente del Consiglio Renzi, sta lavorando a una proposta che riconosca le unioni civili anche in Italia.

Una proposta – continua Tempesta – che e’ il frutto di un cambiamento culturale che ha investito il nostro Paese, come dimostrano i tanti amministratori che stanno portando nelle Istituzioni il tema di diritti civili. Ed e’, a mio avviso, una rivoluzione culturale e che non si puo’ piu’ ignorare.

Quella del riconoscimento dei diritti non e’ una battaglia, come molti vogliono far credere, dettata dall’ideologia, ma una questione di civilta’ e di buon senso”.

 

 

 

Altri articoli