NIDI E SCUOLE DELL’INFANZIA: SERVIZI RIDOTTI O ASSENTI, LA SINDACA BATTA UN COLPO

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

Altro ennesimo, abituale, sfiancante disservizio offerto alla cittadinanza dalla premiata ditta “Giunta Raggi”, anche questo odiosamente ai danni di una fascia particolarmente indifesa: stavolta i bambini più piccoli, di età compresa tra gli 0 e i 6 anni.Arrivano da più parti, infatti, proteste di genitori e di associazioni di genitori che si trovano alle prese con problemi di ogni tipo in molti nidi e scuole dell’infanzia della città. Spesso i bambini escono prima di quanto previsto dal bando (le 17.00), anche poco dopo le 15.00, inoltre i tempi dell’inserimento dei più piccoli sono spesso estremamente ridotti e il periodo di inserimento si protrae per periodi molto lunghi, anche fino a ottobre, con disagi enormi per i genitori che lavorano e che non hanno chi li possa aiutare; per non parlare del caos che spesso regna per quel che riguarda il controllo del Green Pass di coloro che entrano nelle scuole e nei nidi per accompagnare i bambini i quali, per motivi di tutta evidenza, non possono entrare da soli dal cancello fino alla loro aula. Stesso problema – la mancanza di regole precise e di addetti per il controllo del Green Pass – per quanto riguarda gli operatori del terzo settore che spesso si occupano dei servizi pre- e post-scuola, con il risultato che questi servizi spesso non ci sono proprio. Famiglie abbandonate o costrette a percorsi a ostacoli allucinanti solo per la disorganizzazione e la scarsa attenzione di questa amministrazione, evidentemente tutta concentrata sulla surreale corsa alla ricandidatura della sindaca. È davvero ora di dire basta a tutto questo: sindaca Raggi, faccia il suo lavoro e risolva questi problemi, almeno questi. Prima di andarsene.

Altri articoli