Tassa soggiorno, Tempesta (Pd): “Sbagliato aumentarla, recuperare evasione”

Share on facebook
Share on twitter
Share on telegram
Share on whatsapp

“Ritengo sbagliata la scelta di aumentare ulteriormente la cosiddetta tassa di soggiorno per gli ospiti degli hotel a 5 stelle. Le stesse risorse, a mio avviso, potrebbero essere reperite attraverso una lotta più energica all’evasione e al sommerso”.

Lo dichiara in una nota, Giulia Tempesta, Vice Capogruppo del Partito Democratico di Roma Capitale.

“Secondo una stima di Federalberghi, infatti, sarebbero più di 35 milioni di euro i proventi che potrebbero essere recuperati dalle strutture ricettive abusive. Soltanto riscattando il 15 % delle somme evase, potremmo coprire lo stesso fabbisogno preventivato. Se poi questa somma dovesse essere superiore – continua Tempesta – avremmo ulteriori risorse a disposizione da investire in infrastrutture, trasporti e in promozione turistica. Faccio appello al Sindaco Marino e all’Assessore alla Legalità Sabella affinché venga ulteriormente rilanciata e potenziata l’attività della task force dedicata al contrasto dell’evasione e del sommerso delle strutture ricettive della Capitale. Potenziare e dare continuità al lavoro di questa significa ripristinare la legalità, recuperando risorse senza vessare ulteriormente quelle categorie che stanno attraversando un momento di difficoltà e contribuiscono già in maniera importante alle entrate della città”, conclude Tempesta.

Altri articoli